Barbieridaroma

È entrato per la prima volta in negozio chiedendomi di mostrargli una calcolatrice Seidel & Naumann degli anni Dieci. Mi sono alzata, ho preso il mio righello di ferro (unico strumento capace di sostituire il pennino originale) e ho fatto scendere la colonna delle decine mimando l’azione di calcolare.

Da questo incontro è nata la collaborazione con il fotografo Daniele Romano.

Quando ho ideato il concept di MaVì avevo chiara in testa la consapevolezza che la fotografia sarebbe stata sempre presente al mio fianco. Che sia storica o contemporanea poco importa. Basta avere intorno degli sguardi.

Le cartoline di Daniele Romano mi osservano da una parete del negozio, ogni mattina. Le abbiamo appese insieme durante una sessione faticosissima di installazione in cui io avrei voluto annullare l’ordine stabilito ad ogni secondo.

Poi è arrivata l’idea di inquadrare le stampe fotografiche nelle vecchie cornici recuperate da noi. Abbiamo studiato forme e proporzioni, disegnato ad hoc i passepartout, ragionato sulle tipologie di cornici più appropriate: ne sono uscite delle composizioni che sanno un po’ di noi e che abbiamo riunito sotto il segno di Barbieridaroma.

Siete curiosi di scoprirle? Veniteci a trovare oppure seguite la pagina Instagram dedicata @barbieridaroma